Il servizio

Il servizio è in funzione durante l’anno di regola dal 1° settembre al 31 luglio, fatta salva l’eventuale apertura di agosto, con un’interruzione in concomitanza delle vacanze natalizie e pasquali nonché delle feste comandate. Il calendario provvisorio viene proposto ad avvio dell’anno educativo per essere successivamente approvato in via definitiva dai rappresentanti dei genitori, del personale e dei Comuni convenzionati (Comitato di Gestione).

L’orario è il seguente:

  • 7.30 – 9.00  Ingresso
  • 13.00 – 13.30 uscita frequenza part time
  • 16.00 – 16.30 uscita frequenza full time
  • 17.00 – 17.30 uscita frequenza over time (solo per genitori con esigenze lavorative particolari e comprovate)

La giornata tipo al nido prevede i seguenti tempi fissi: accoglienza, saluto e assemblea del mattino con merenda mattutina, cambio/igiene personale, giochi, proposta e ricerche, pranzo, cambio/igiene e preparazione alla nanna, prima uscita (ore 13-13.30), riposino pomeridiano, cambio/igiene, merenda pomeridiana, proposte ludiche, seconda uscita (ore 16.00-16.30), gioco libero, ultima uscita (ore 17-17.30).

GIORNATA TIPO
7.30-9.00 ingresso
9.00-9.30 gioco libero
9.30-10.00 spuntino spezzafame e cambio al bisogno
10.00-11.00 proposte
11.00-11.30 cambio e preparazione al pranzo
11.30-12.30 pranzo
12.30-13.00 preparazione alla nanna e alle uscite
13.00-13.30 uscita part time
13.00-15.15 nanna
15.15-15.30 cambio e preparazione alla merenda
15.30-16.00 merenda e gioco libero
16.00-16.30 uscita full time
16.30-17.00 proposte/gioco libero
17.00-17.30 uscita over time

Alla riapertura dopo la pausa estiva e durante il periodo di primo inserimento (ambientamento) sono previste modalità ridotte di frequenza (vedi art. 7 comma 4 del Regolamento) ed una particolare organizzazione della giornata. La durata e le modalità dell’ambientamento vengono definite durante il colloquio iniziale con la famiglia.

Le domande di ammissione al servizio per l’anno educativo successivo vengono presentate al Nido di competenza entro il mese di gennaio/febbraio. Sulla base dei criteri definiti all’art. 5 del Regolamento dei Nidi Intercomunali viene stilata la graduatoria. Le domande pervenute successivamente vengono poste in lista di attesa in ordine di arrivo. La domanda può essere presentata anche nel caso in cui il bambino non sia ancora nato. La modulistica è disponibile sul sito nella sezione documenti.

Il personale in servizio, in ottemperanza a quanto previsto del Regolamento regionale di cui al DGR 230/2011 e smi, comprende:

  • un coordinatore pedagogico
  • personale educativo (rapporto 1 a 5 per la sezione lattanti, 1 a 7 per i medi e 1 a 10 per i grandi);
  • personale ausiliario
  • una cuoca

I Nidi Intercomunali sono dotati di un Progetto Educativo che esplicita gli obiettivi educativi, il modello pedagogico perseguito, gli strumenti di lavoro, l’utilizzo delle risorse umane, il piano organizzativo e la gestione degli spazi, le modalità di rapporto con le famiglie, con il territorio e con le istituzioni. Annualmente viene elaborata la Progettazione Educativa e Didattica per l’anno educativo in corso all’interno della quale vengono presentati i laboratori (Atelier di Natale, pomeriggio di gioco, Nonni al Nido, ecc…) e  le iniziative rivolte ai bambini e alle famiglie (progetto di Inglese, progetto di Musica, Nati per Leggere, ecc…). Il progetto educativo e la progettazione educativa e didattica vengono portati a conoscenza delle famiglie ed affissi all’Albo della struttura dei nidi.

L’alimentazione del bambino al Nido segue le “Linee d’indirizzo per l’alimentazione nei Nidi d’Infanzia 3 mesi – 3 anni” elaborate dalla Direzione Centrale Salute Integrazione Socio Sanitaria e Politiche Sociali della Regione FVG. In entrambi i nidi i pasti vengono preparati nella cucina interna. Diete particolari sono previste in caso di intolleranze alimentari (opportunamente documentate), in caso di temporanea prescrizione medica o per motivi etici o religiosi.

L’igiene dei bambini e la pulizia dei locali vengono garantite dal personale del Nido. Inoltre l’ ASS competente esercita l’attività di vigilanza sanitaria sulle strutture. Il comportamento in caso di malattia del bambino (allontanamento e rientro) è conforme a quanto indicato nel documento “La prevenzione va a scuola” elaborato dalla regione FVG e nel Regolamento di funzionamento dei Nidi Intercomunali.

Le rette vengono approvate di anno in anno dalla Giunta Comunale su proposta del Comitato di Coordinamento e tengono conto principalmente della durata giornaliera di permanenza del bambino al Nido (part-time, full-time, over-time) e della capacità economica della famiglie misurata attraverso l’ISEE Minorenni. I dettagli sul calcolo delle rette, anche nei periodi di malattia del bambino, sono descritti nel Tariffario.

Attualmente sono fruibili diversi benefici ad abbattimento della retta. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Servizio Sociale del Comune di Gradisca d’Isonzo ovvero consultare i siti specifici: